10 regole d’oro per punciare bene un ricamo

GMI-Ricamo e punciatura

10 regole d’oro per punciare bene un ricamo

Prima di iniziare la punciatura di un ricamo.

I seguenti suggerimenti si propongono di aiutarti ad organizzare il tuo lavoro. Tenerli bene a mente prima di iniziare a creare un ricamo, è il primo consiglio!

 

# 1. Presta attenzione alle richieste del tuo cliente e alle sue aspettative.

Se ti propone un ricamo  già realizzato osservalo attentamente, soprattutto sul retro, per capire come è stato fatto.

 

# 2. Richiedi che il disegno (file) fornito per la tua punciatura, sia il più chiaro e particolareggiato possibile.

Un disegno di scarsa qualità ti costringerà a spendere molto tempo per il ritocco e la modifica del ricamo punciato.

 

# 3. Quando possibile, chiedi un file vettoriale, renderà la punciatura più rapida e precisa.

Ricorda che migliore è la qualità del disegno, più dettagliato sarà il lavoro dei punciatori.

 

# 4. Esamina con attenzione il disegno.

Il tipo di imbastiture da usare, i tipi di punti, gli effetti che vuoi ottenere e la sequenza dell’esecuzione del ricamo dovranno esserti chiari prima di iniziare la punciatura vera e propria.

 

# 5. Assicurati che il cliente ti abbia fornito il disegno delle dimensioni corrette o che la scala sia indicata in modo chiaro.

Conoscere la dimensione del ricamo finale consente di usare la tecnica di punciatura corretta.

 

# 6. Il tuo cliente ha qualche preferenza relativamente ai tipi di punto, alla densità, oppure a qualche specifico parametro?

Il programma ricamo di GMI Stilista3 (http://www.gmi.it/it/prodotti/stilista-3/, ti permette di memorizzare i parametri dei clienti nella lista parametri personali e riutilizzarli all’occorrenza.

 

# 7. Quando possibile, chiedi al cliente su quale tipo di tessuto sarà ricamato il motivo.

Questo ti permetterà di utilizzare le imbastiture adeguate e di compensare il cedimento del tessuto dovuto alla tensione del filo.

 

# 8. Quale tipo di filato sarà utilizzato nel ricamo? E, quando è possibile, di quale colore?

Conoscere il tipo di filo (titolo filato) e il suo colore consente di impostare la densità corretta nei riempimenti e di valutare quando sia preferibile eseguire una piccola parte in funzione riempimento o in funzione imbastitura.

 

# 9. Quando hai terminato la fase di punciatura, è bene ricamare un campione sul tipo di tessuto indicato dal cliente.

Questo campione ti aiuterà ad evidenziare eventuali errori e correggerli, prima di consegnare il lavoro al tuo cliente.

 

# 10. Segui i corsi sull’utilizzo del programma ricamo, per apprendere le nozioni fondamentali che ti permetteranno di ricamare in modo professionale fin da subito.

 

GMI propone corsi di formazioni base e avanzati sul programma ricamo Stilista 3.

Lo staff aziendale ti guiderà nella scelta del livello software più adeguato e ti avvierà all’uso del programma secondo le tecniche di ricamo professionale.

Per maggiori informazioni contattaci http://www.gmi.it/it/contattaci/)

Top